Vuoi viaggiare in Giappone con un menu fusion dall’antipasto al dolce ma non hai idea di come fare?

Il corso Quattro Portate Giappone è quello che stavi aspettando! 

Vuoi viaggiare in Giappone con un menu fusion dall’antipasto al dolce ma non hai idea di come fare?

Il corso Quattro Portate Giappone è fatto apposta per te!

  ti svelo un segreto!

Se i tuoi menu delle feste sono scoloriti, impersonali e risultano sempre poco fantasiosi, è solo perché ancora non conosci il corso Quattro Portate Giappone!

Scommetto che ti trovi in almeno una di queste situazioni:

1. Hai poca fantasia nello scegliere gli ingredienti e nell’impostare i piatti;
2. Hai invitato degli amici appassionati di cucina giapponese ma il tuo menu fusion non è entusiasmante;
3. Vorresti trasformarti in un/a Chef per una sera, indossare il tuo kimono preferito e far viaggiare i tuoi ospiti con quattro portate vegane dal tocco nipponico.

Ho indovinato?

Prova a pensare a un menu che possa risolvere questi problemi in un colpo solo.

Riesci a immaginarlo?

Socchiudi gli occhi e immagina queste situazioni:

Finalmente potrai portare in tavola dei piatti vegan che non hanno nulla da invidiare ai piatti della tradizione giapponese, anzi danno a questa cucina un tocco fusion contemporaneo!

Hai dei commensali al tuo tavolo che ti fanno i complimenti per i piatti che hai proposto, proprio come fossi uno/a Chef di un ristorante rinomato. Li hai conquistati con profumi, gusti e colori dei piatti e un tocco di filosofia culinaria giapponese in chiave vegan.

Non hai più bisogno di perdere tempo a pensare che piatti inventare! Il menu è già pronto! Devi solo metterti ai fornelli e cucinare seguendo le mie video ricette!

Te l’ho già detto ma voglio ripetertelo: Se i tuoi menu delle feste sono scoloriti, impersonali e risultano sempre poco fantasiosi, è solo perché ancora non conosci il corso "Quattro Portate Giappone"!

Ho pensato per te a un menu completo in stile giapponese, ovviamente vegan, come quelli che proponevo nel mio ristorante per le serate speciali dedicate al Giappone, una delle cucine che più amo. Antipasto, primo, secondo e dolce tutti cucinati freschi, con materie prime semplici ma dall’effetto scenografico.

  ti svelo un segreto!

Se i tuoi menu delle feste sono scoloriti, impersonali e risultano sempre poco fantasiosi, è solo perché ancora non conosci il corso Quattro Portate dello Chef!

Scommetto che ti trovi in almeno una di queste situazioni:

1. Hai poca fantasia nell’impostare i piatti;
2. Hai invitato degli amici a pranzo o a cena per un evento speciale ma il tuo menu vegetale non è entusiasmante;
3. Vorresti trasformarti in un/a Chef per una sera.

Ho indovinato?

Prova a pensare a un menu che possa risolvere questi problemi in un colpo solo.

Riesci a immaginarlo?

Socchiudi gli occhi e immagina queste situazioni:

Finalmente potrai portare in tavola dei piatti vegan che non hanno nulla da invidiare ai piatti della tradizione. Un menu completo che appaga palato e occhi di tutti i tuoi ospiti!

Hai dei commensali al tuo tavolo che ti fanno i complimenti per i piatti che hai proposto, proprio come fossi uno/a Chef di un ristorante rinomato. Li hai conquistati con profumi, gusti e colori dei piatti.

Non hai più bisogno di perdere tempo a pensare che piatti inventare! Il menu è già pronto! Devi solo metterti ai fornelli e cucinare seguendo le mie video ricette!

Te l’ho già detto ma voglio ripetertelo: Se i tuoi menu delle feste sono scoloriti, impersonali e risultano sempre poco fantasiosi, è solo perché ancora non conosci il menu dello Chef!

Ho pensato per te a un menu completo, come quelli che proponevo nel mio ristorante per delle degustazioni speciali. Antipasto, primo, secondo e dolce tutti cucinati freschi, con materie prime semplici ma dall’effetto scenografico.

Chi sono io per dirti queste cose?

Mi chiamo Davide Maffioli, sono lo Chef e co-fondatore, insieme alla mia compagna Tiziana Caretti, di Corsidicucinavegan.com e da 20 lavoro nella ristorazione.

Un giorno ho deciso di rivoluzionare la mia cucina. Da chef onnivoro ho ribaltato le mie strategie e tecniche in cucina per poter utilizzare “solo” prodotti di origine vegetale.

Con il mio ristorante Vero Restaurant sono riuscito a portare la cucina 100% vegetale nella Guida Michelin d’Italia.

Questo menù ha fatto impazzire, negli ultimi sei anni, tantissimi clienti del mio ristorante.


ecco le quattro portate di questo menu:

1) ANTIPASTO: bottoni di "tommo rosso" con cialda al sesamo e maionese al wasabi;

2) PRIMO: gyoza al vapore con ripieno di "carne";

3) SECONDO:
yakitori e salsa teriyaki alla birra;

4) DOLCE:
“daifuku", mochi tradizionali ripieni di crema di azuki;

Potrai realizzare subito queste quattro portate seguendo la mia guida con le video lezioni online.

Ti presento le ricette di questo corso!

Con questo mio menu anche tu potrai essere Chef per un giorno indossare il tuo kimono preferito e far viaggiare i tuoi ospiti con quattro portate vegane dal tocco nipponico.

Il menu che ti propongo racchiude quattro portate uniche e inedite, tutte da me collaudate nel mio ristorante Vegan a Varese. Bilanciando gusti e colori, come ti insegno io, diventerai anche tu uno Chef Guida Michelin per i tuoi ospiti.

Vediamo nel dettaglio le quattro portate del menu che ho ideato per te:

ANTIPASTO

"Itadakimasu!" Ovvero, "umilmente ricevo", che sta per il nostro buon appetito ma con la delicatezza che contraddistingue la filosofia giapponese e il rispetto per il cibo e per chi lo cucina. Eccoci pronti per iniziare il nostro pasto! In questa portata, abbiamo trasformato pomodori e peperoni, cucinandoli e marinandoli, per farli diventare un simpatico sashimi di tonno, ovvero “tommo rosso”. Lo accompagnamo al tocco croccante della cialda al sesamo e alla vellutatamente piccante maionese al wasabi, in vero stile nipponico. 

PRIMO

I giapponesi sono soliti dire: "Hana yori dango", che significa all’incirca "non fiori, ma ravioli", cioè che alla forma si preferisce la sostanza! Quindi, eccoli qui: ravioli come se piovesse! Stendiamo a mano la pasta dei gyoza senza glutine, li riempiamo di “macinato” vegan e li cuociamo al vapore. Mi raccomando, non dimentichiamoci la salsa agropiccante di accompagnamento, un vero tocco prezioso a questi prelibati gyoza!  

SECONDO

Il gusto Umami ti attende con questo secondo piatto che non ha nulla da invidiare a quello della tradizione! L’ho rivisitato non solo in chiave vegan ma anche senza glutine, quindi può proprio accontentare tutti! Degli spiedini succosi, che ricordano quelli originali di pollo, accompagnati dalla famosa salsa teriyaki, che ci regala il vero umami del piatto! Un detto delle isole Okinawa recita: "Hara hachi bu", ovvero: "Mangia finché sei sazio all’ottanta per cento". Attenzione però... con questi yakitori rischi di arrivare al cento per cento e di non avere spazio per il dessert! 🤣

SECONDO

Questo è il mio personale tributo agli anni passati a lavorare nei ristoranti e hotel Svizzeri! I vostri ospiti capiranno che sono ceci solo al primo assaggio, perché l’aspetto è davvero strabiliante! La maionese alla senape avvolge il palato in un tripudio di gusti e la brisé, senza glutine, è il tocco di libidine finale. L’effetto wow è assicurato

DOLCE

Ecco che terminiamo il pasto con dei wagashi, ovvero la pasticceria tradizionale giapponese. Dopo aver assaggiato questi daifuku, finalmente esclamerai: "Goshisousama!" Ovvero: "È stato un banchetto!". È l’espressione che usano i giapponesi a fine pasto quando vogliono manifestare apprezzamento e gratitudine a chi ha cucinato (ti auguro davvero degli ospiti con questa filosofia!). I daifuku sono dei piccoli mochi sferici farciti con qualcosa di delizioso, in questo caso l’anko, ovvero una delicata crema di fagioli azuki rossi, dal gusto naturalmente dolce. 

Se anche tu vuoi vivere questa nuova esperienza ai fornelli diventando Chef per un giorno e viaggiare in Giappone con i tuoi amici o i tuoi ospiti stando seduto a tavola, queste quattro portate sono quello che fa per te! Sono sicuro che seguendo i miei consigli otterrai dei fantastici risultati che stupiranno i tuoi amici e familiari con un tocco dal Sol Levante, rivoluzionando il loro pensiero di cucina Vegan.

Vediamo nel dettaglio le quattro portate del menu che ho ideato per te:

ANTIPASTO

"Itadakimasu!" Ovvero, "umilmente ricevo", che sta per il nostro buon appetito ma con la delicatezza che contraddistingue la filosofia giapponese e il rispetto per il cibo e per chi lo cucina. Eccoci pronti per iniziare il nostro pasto! In questa portata, abbiamo trasformato pomodori e peperoni, cucinandoli e marinandoli, per farli diventare un simpatico sashimi di tonno, ovvero “tommo rosso”. Lo accompagnamo al tocco croccante della cialda al sesamo e alla vellutatamente piccante maionese al wasabi, in vero stile nipponico. 

PRIMO

I giapponesi sono soliti dire: "Hana yori dango", che significa all’incirca "non fiori, ma ravioli", cioè che alla forma si preferisce la sostanza! Quindi, eccoli qui: ravioli come se piovesse! Stendiamo a mano la pasta dei gyoza senza glutine, li riempiamo di “macinato” vegan e li cuociamo al vapore. Mi raccomando, non dimentichiamoci la salsa agropiccante di accompagnamento, un vero tocco prezioso a questi prelibati gyoza!  

SECONDO

Il gusto Umami ti attende con questo secondo piatto che non ha nulla da invidiare a quello della tradizione! L’ho rivisitato non solo in chiave vegan ma anche senza glutine, quindi può proprio accontentare tutti! Degli spiedini succosi, che ricordano quelli originali di pollo, accompagnati dalla famosa salsa teriyaki, che ci regala il vero umami del piatto! Un detto delle isole Okinawa recita: "Hara hachi bu", ovvero: "Mangia finché sei sazio all’ottanta per cento". Attenzione però... con questi yakitori rischi di arrivare al cento per cento e di non avere spazio per il dessert! 🤣

DOLCE

Ecco che terminiamo il pasto con dei wagashi, ovvero la pasticceria tradizionale giapponese. Dopo aver assaggiato questi daifuku, finalmente esclamerai: "Goshisousama!" Ovvero: "È stato un banchetto!". È l’espressione che usano i giapponesi a fine pasto quando vogliono manifestare apprezzamento e gratitudine a chi ha cucinato (ti auguro davvero degli ospiti con questa filosofia!). I daifuku sono dei piccoli mochi sferici farciti con qualcosa di delizioso, in questo caso l’anko, ovvero una delicata crema di fagioli azuki rossi, dal gusto naturalmente dolce. 

Se anche tu vuoi vivere questa nuova esperienza ai fornelli diventando Chef per un giorno e viaggiare in Giappone con i tuoi amici o i tuoi ospiti stando seduto a tavola, queste quattro portate sono quello che fa per te! Sono sicuro che seguendo i miei consigli otterrai dei fantastici risultati che stupiranno i tuoi amici e familiari con un tocco dal Sol Levante, rivoluzionando il loro pensiero di cucina Vegan.

I commenti di chi ha già provato i miei piatti con le video ricette online:

COME SI ACQUISTA?

 Una volta che avrai effettuato il pagamento riceverai subito una mail con i dettagli per accedere al corso.

97€ IVA INCLUSA

Il menù di quattro ISPIRATO ALLA TRADIZIONE GIAPPONESE! 

Ok, mi hai convinto, cosa devo fare?

 Clicca il pulsante qui sotto per andare alla pagina di pagamento!

- Inserisci i tuoi dati
- Inserisci i dati di pagamento
- Clicca sul pulsante procedi con l’acquisto

QUANTO COSTA?

97€ IVA INCLUSA

 Il menù di quattro portate ispirato alla tradizione giapponese! 

 Il pagamento è sicuro e protetto da Stripe con Garanzia a 30 giorni.
Se il prodotto non dovesse soddisfarti puoi chiedere il rimborso completo a info@cursidicucinavegan.com

Hai dubbi o hai bisogno di aiuto?

La nostra politica è soddisfatti o rimborsati

Se hai domande o hai bisogno di aiuto ti basta scrivere via mail o via WhatsApp. Tiziana e Serena ti aiuteranno il prima possibile!

 📩 info@corsidicucinavegan.com
 📱 WhatsApp 3938038248

CARMA VEG SNC di Tiziana Caretti e Davide Maffioli. 
Copyright 2020. Tutti i diritti riservati. 
P.IVA 03406560122